Legalità

La legalità è il fondamento irrinunciabile per il benessere sociale ed economico di una comunità. La Città ha bisogno di un patto collettivo per rispetto delle regole di convivenza civile da parte di tutti. Dovrà essere affermato con fermezza il principio di legalità quale valore principale all’interno della nostra comunità, tramite un chiaro e condiviso sistema di regole che indirizzi i comportamenti verso il bene comune. Il primo obiettivo di mandato sarà strutturare l’ente adeguandolo alle necessità della comunità, introducendo la figura del Dirigente Delegato alla sicurezza Urbana (DDSU). Questa figura, alle dirette dipendenze del Sindaco, è formata tramite master universitario ed è dotata di conoscenze giuridiche, sociologiche e psicologiche. Garantirà un approccio integrato sia nel lavoro con le forze dell’ordine che nell’organizzazione interna dell’ente nell’ambito di un progetto generale di “sicurezza solidale e partecipata”. All’interno dell’ente sarà formalmente introdotto un Nucleo integrato per il controllo del territorio, che coinvolgerà trasversalmente tutti i settori comunali al fine di prevenire e contrastare degrado e illegalità che interessano tutti gli ambiti della vita collettiva.


Visualizza il nostro programma completo
Condividi:
Legalità

Riconoscere la legalità come un valore e responsabilità di tutti gli attori sociali

Sulla base di tale principio l’amministrazione si farà carico di precise azioni volte a promuovere il concetto di legalità nelle giovani generazioni cittadine e in tutti i settori sociali ed economici, da un lato tramite nuovi regolamenti per il decoro e la convivenza civile, dall’altro attraverso investimenti per il controllo del territorio e il rafforzamento numerico e formativo delle forze di polizia municipale.

Promuovere la sicurezza con la cura della comunità e delle relazioni

Occorre diffondere la cultura di una comunità attiva e presente tramite la costruzione di legami sociali forti che favoriscono controllo spontaneo e solidarietà sociale. È necessario, quindi, predisporre interventi trasversali culturali, educativi e di sostegno al piccolo commercio per favorire la coesione sociale, la responsabilità e la partecipazione della comunità. Vanno in questo senso i progetti per la riattivazione delle attività commerciali e il coinvolgimento attivo dei cittadini nella cura e nel presidio degli spazi cittadini.

Azioni per la riqualificazione urbana

Saranno promossi interventi di risistemazione degli spazi urbani esistenti, a partire dalle zone più problematiche della città, mediante nuova illuminazione, verde pubblico, arredo urbano e implementazione dei servizi.
Nuova progettazione urbana dell’area cittadina compresa tra la Basilica e via Marruota, con particolare attenzione a Via Mazzini e Via Garibaldi. Questa zona della città dovrà essere completamente riqualificata e collegata al centro della città tramite il progetto “Città Nuova” che ha già visto la sua realizzazione in via Cavallotti e in Piazza del Popolo.

Promuovere la sicurezza con la cura degli spazi e dei luoghi pubblici

Come dimostrato dalla teoria della “prevenzione situazionale”, un’ attenta progettazione degli spazi pubblici e una loro corretta manutenzione favoriscono una maggiore sicurezza urbana agendo a scopo preventivo e percettivo. In questo senso vanno gli investimenti per la rigenerazione urbana e il recupero innovativo di spazi ed edifici.

Promuovere la partecipazione di tutti gli attori sociali nelle attività di prevenzione e controllo del territorio

Sarà promossa la ricerca di nuove forme di cooperazione e collaborazione nell’ambito della prevenzione e della tutela dei cittadini definendo il ruolo dei diversi attori e introducendo adeguati strumenti.

Azioni per il presidio sociale, culturale e commerciale

Estensione del progetto Pop Up: oltre agli investimenti per nuovi luoghi di socialità e di comunità, il progetto centrale sarà l’estensione del progetto Pop Up nell’ottica del riuso degli spazi dismessi per inserirvi nuove funzioni di tipo sociale, culturale e di commercio di vicinato, con animazione degli spazi pubblici.

Strumenti di controllo del territorio

Potenziamento del numero di unità esterne di polizia municipale con l’introduzione di un servizio notturno.
Nuovo sistema integrato per la videosorveglianza (già attivo dal 2019), collegato con le forze dell’ordine e con 65 punti comunali oltre a 3 varchi per la lettura delle targhe. A questi si aggiungono le telecamere presso le stazioni ferroviarie, l’ampliamento del controllo degli accessi in ztl con estensione alla zona sud della città.
Nuova sede della Polizia municipale presso la “ex Lazzi” che sarà oggetto di interventi strutturali, nonché la creazione di due nuovi distaccamenti.
Controllo delle residenze integrato per l’individuazione dei falsi documenti.